Attenti alla multe false

Arrivano per raccomandata e sembrano vere: attenzione alle multe false!!!

 

multa 2Non c'è niente (o poco) di peggiore che ricevere a casa una raccomandata di colore "verde" contenente solitamente l'avviso di una multa da pagare per qualche irregolarità stradale.

A volte, però, capita che questa sia una vera e propria truffa!!

Ormai le truffe ci perseguitano quotidianamente sia sul web, con false e-mail che ci richiedono dati bancari mancanti, sia nella vita reale.

La Polizia di Stato sta cercando di avvisare più persone possibili anche attraverso i Social Media per avvisare i cittadini della nuova truffa sulle multe false.

Arrivano a casa con regolare raccomandata, provengono solitamente da Pola in Croazia e sono scritte in croato ma tradotte in italiano.

Intimano il pagamento di somme che possono andare dai € 184,73 ai € 250,65 e la motivazione è solitamente una violazione del Codice della Strada.

In caso di mancato pagamento, secondo quanto contenuto nella lettera, verrà avviato un procedimento di pignoramento. Il pagamento è richiesto sull'Iban di un Istituto italiano.

Possono essere scambiate molto facilmente per atti giudiziari veri e proprie, ma si tratta in realtà di multe false, in quanto l'atto è totalmente illegittimo e senza, quindi, nessun valore legale.

multe falseL'avviso di non pagare queste multe è chiaro, purtroppo però molti non ne sono ancora a conoscenza e spaventati dalla "busta verde" delle multe false potrebbero cadere facilmente nell'inganno ed effettuare il pagamento, perdendo così molti soldi.
La Polizia sta facendo tutti gli accertamenti per arrivare a smascherare i truffatori, intanto invita tutti i cittadini a a seguire la campagna educativa "Una vita da Social" dove vengono trattati argomenti inerenti le tante truffe messe in atto contro la popolazione, sia sul web che nella vita reale. Tutti possono partecipare alla campagna, giovani studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado ma anche gli insegnanti e i genitori, per mettersi al sicuro da inganni ed estorsioni.

Nel frattempo, buttate via la "busta verde" incriminata, ma fate attenzione: non sempre sono multe false!!! 😉

 

 

Comments

comments

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *